La Libia dalla conquista araba al 1911 Dott ssa Nora Lafi



Yüklə 445 b.
tarix01.08.2018
ölçüsü445 b.


La Libia dalla conquista araba al 1911

  • Dott.ssa Nora Lafi

  • Zentrum Moderner Orient

  • Berlino


La Libia di oggi: tre provincie Tripolitania, Cirenaica, Fezzan



Tripoli e la Tripolitania nel Medioevo

  • Il medioevo nel Maghreb va letto in stretta relazione con le vicende del periodo tardo-antico

  • Le intuizioni di Henri Pirenne vanno approfondite alla luce della recente storiografia sul passagio dall’antico al medievale

  • L’espansione araba nell’impronta dell’impero romano



La Tripolitania araba: due grandi storici

  • Ettore Rossi, autore di « Storia di Tripoli e della Tripolitania dalla conquista araba al 1911 », Roma, Istituto per l’Oriente, 1968 (publicazione postuma)

  • Laurent Charles Féraud, autore delle « Annales tripolitaines », reedizione 2005, Saint-Denis, Bouchène.



Le grandi fasi

  • 439-535: i Vandali

  • 535-642: i Bizantini

  • 642-643: ‘Amr Ibn al-As

  • 645-646: Abdallah Ibn Sa’d

  • 661: integrazione della Tripolitania nella sfera di influenza degli Ommeyyadi di Damasco

  • Numerose rivolte berbere



Le grandi fasi (2)

  • 749: gli Abbassidi

  • Una dinastia berbera e sciita che estende il suo dominio dal Maghreb all’Egitto, dove fonda il Cairo nel 972, e alla Mesopatamia

  • Un periodo segnato a Tripoli da numerose violenze religiose e etniche

  • 1145: Tripoli autonoma



L’impero abbassida



Grandi fasi (3)

  • 1146: i Normanni di Sicilia

  • 1158: gli Almohadi

  • XIII sec.: la Tripolitania entra a far parte del dominio degli Hafsidi di Tunisi

  • 1355: spedizione del condottiere genovese Filippo Doria

  • 1453: Caduta di Costantinopoli

  • 1510: Tripoli presa dagli Spagnoli

  • La città viene poi affidata all’ordine di Malta



1453: la presa di Costantinopoli cambia l’equilibrio mediterraneo



Un nuovo mediterraneo: Carlo Quinto e l’impero Ottomano



La formazione dell’impero ottomano



Il periodo ottomano

  • 1551: le imprese del corsaro ottomano Dorghut

  • 1711: i Karamanli: una dinastia semi-autonoma

  • 1835: amministrazione diretta da parte degli Ottomani

  • 1850-1880: le riforme ottomane (Tanzimat)



L’impero ottomano nel seicento (mappa del Bertius)



L’impero ottomano nel 1680



Tripoli all’epoca ottomana

  • Una città cosmopolita

  • Una struttura spaziale che riflette la ripartizione etnico-religiosa della popolazione

  • Due quartieri musulmani: le hûma

  • Un quartiere ebreo: la harâ

  • Ma anche: un quartiere misto

  • E il quartiere del porto: una popolazione che riflette tutta la diversità ottomana: dagli albanesi ai cristiani, dai convertiti ai marinai



Come la città veniva gestita

  • Un vero e proprio Antico regime all’ottomana

  • Un consiglio dei mercanti e dei capi di corporazione: il consiglio cittadino (jama’a al-bilâd)

  • Un capo della città (cheikh al-bilâd)



Tripoli nel 1764 (Mappa Roux e Bellin)



La Tripolitania oggetto di cupidigie coloniali



Le riforme Ottomane: Tanzimat

  • Riformare l’impero per resistere alla pressione europea

  • Da Istanbul: riforma dell’esercito e dei Ministeri

  • A Tripoli e Benghasi: creazione di municipalità moderne (anni 1850-1870)

  • Ma la modernità non è solo un’importazione: la riforma conferma i poteri dei rappresentanti dell’antico regime cittadino. Il cheikh al-bilâd diventa sindaco



Le riforme: un successo

  • Malgrado la pressione europea: la Tripolitania e la Cirenaica rimangono ottomane per altri 50 anni (allorchè Algeri è stata persa e Tunisi lo stava per essere)

  • Pretese europee: francese, inglese…. E presto italiane

  • Gli Italiani: l’azione del Banco di Roma come preparazione alla colonizzazione



L’impero ottomano nel 1878



La conquista italiana

  • Affermazione italiana sul fronte coloniale

  • Le vicende militari del 1911

  • Una guerra di conquista che dura



Operazioni militari 1911



Operazioni militari 1911



1911: i profughi



1915: la guerra riprende in Libia



Conclusioni

  • Le due guerre mondiali confermano il ruolo della Libia come punto d’articolazione tra i fronti ovest et est del Mediterraneo

  • L’independenza del paese: dopo la disfatta fascista, le pretese inglese vengono solo parzialmente respinte

  • Poi la rivoluzione…




Dostları ilə paylaş:


Verilənlər bazası müəlliflik hüququ ilə müdafiə olunur ©genderi.org 2017
rəhbərliyinə müraciət

    Ana səhifə